Benvenuti

Che gli archivi possano essere uno straordinario strumento per insegnare la storia è ormai senso comune.

Questo è lo scopo di queste pagine: indicare modi e percorsi per avvicinare gli studenti alla storia concreta, far toccare loro con mano i materiali, attraverso i quali gli storici si affaticano a ricostruire il passato.

Qui si seguono le tracce dei secoli sulle nostre strade, tra i campi e le acque lodigiane, tra chiese e cascine, paesi e castelli, per le vie del capoluogo e dei borghi secolari che presidiano il territorio in una fitta maglia.

Qui si parla delle vicende di Sordio e Codogno, di Casale e San Rocco, di Fombio e Marudo, e via e via, lungo le più di sessanta tracce archivistiche, depositate nelle stanze comunali, nelle parrocchie, una traccia per paese. E si parla di Lodi e dei suoi tanti archivi, laici e religiosi, pubblici e privati.

Un grande patrimonio, che vogliamo legare strettamente alla pratica didattica, perché è nella scuola che si formano le sensibilità culturali della vita e vale anche qui il detto nostrano che dice: da la soca ven via la taca. Dall’albero si stacca la corteccia.

Territorio di Pavia, Lodi, Novara, Tortona, Alessandria